Travel / Reportage

Scotland


In Scotland there is no such things as bad weather. Only the wrong clothes.
(Billy Connolly)

Pianure sterminate, castelli secolari e scogliere a picco sul mare, fanno della Scozia un paese estremamente scenografico. Costruire un reportage sulla Scozia, però, richiede, per prima cosa, uno ottimo spirito di adattamento. Il clima scozzese, come del resto quello di tutto il Regno Unito, è piuttosto variabile e, anche una splendida giornata di sole, può trasformarsi rapidamente in un temporale.

Nonostante la frequenza delle precipitazioni, il clima è piuttosto mite, per effetto della Corrente del Golfo. Per chi desidera andare oltre gli itinerari turistici, è necessaria anche una buona preparazione atletica e non temere la stanchezza.
Le foto che seguono sono state realizzate diversi anni fa, tra agosto e settembre.

A circa 80 km a sud di Edimburgo, si trova l’affascinante promontorio di St. Abbs. Il suo piccolo villaggio di pescatori è ancora oggi un luogo poco visitato e ospita l’omonima riserva naturale formata da antiche eruzioni vulcaniche. Camminando lungo i sentieri, il percorso si fa più aspro e ripido, fino al view point di St’Abbs Head, dal quale è possibile ammirare lo straordinario spettacolo del Mare del Nord.

Nelle Highlands occidentali, si trova Eilean Donan, una piccola isola nel Loch Duich, collegata alla costa di Dornie attraverso un ponte unicamente pedonale. Su quest’isola sorge il famoso Castello di Eilean Donan, costruito nel 1220 da Alessandro II di Scozia, come difesa contro le incursioni vichinghe. Attualmente è uno dei luoghi più fotografati del paese, in quanto scenario del film Highlander – L’ultimo immortale.

Partendo da Inverness, con circa tre ore di guida si può raggiungere John o’Groats, una delle località più a nord del Regno Unito. Lungo un percorso piuttosto impervio, da John o’Groats si raggiungono le scogliere di Duncansby Head, un promontorio roccioso affacciato sul Pentland Firth, con le su correnti marine più veloci al mondo. Da Duncansby Head è possibile ammirare le potenti onde dell’Atlantico infrangersi sui faraglioni.

L’Isola di Skye, nelle Ebridi interne, ospita una formazione rocciosa di quasi 800 metri, The Storr. Il punto di interesse più noto di questo rilievo è il cosiddetto “Old Man Of Storr” – letteralmente “il vecchio di Storr” – un monolito di circa 55 metri, visibile anche a molti chilometri di distanza. L’Old Man Of Storr e le scogliere che lo circondano, possono essere raggiunti attraverso un sentiero immerso nel bosco piuttosto impervio. Con circa un’ora e mezza di cammino (senza fermate) si può arrivare in cima, purché le condizioni meteo e la quantità di luce lo consentano.






Recent Portfolios